carlo santomassimo parrucchiere lecco

ORARI PARRUCCHIERE
  • Monday

    Chiuso

  • Tuesday

    08:30 - 18:30

  • Wednesday

    13:30 - 20:00

  • Thursday

    08:30 - 18:30

  • Friday

    08:30 - 18:30

  • Saturday

    08:30 - 18:30

  • Sunday

    Chiuso

ORARI CENTRO ESTETICO

Dal Martedì al Sabato dalle 09:00 alle 18:00.
Domenica e Lunedì: CHIUSO

Seguici su

Carlo Santomassimo

Tagliare i capelli? Questo è il periodo giusto!

L’autunno è arrivato e anche se le temperature sono miti e fanno desiderare ancora l’estate, è davvero giunto il momento di pensare a qualche cambiamento nel look. Gli hairstyler suggeriscono tagli più o meno netti per eliminare le punte bruciate dal sole e rafforzare i capelli sfibrati e inariditi dalla salsedine.

Il periodo migliore per un taglio di capelli, dunque, sembra essere proprio la fine di settembre e l’intero mese di ottobre. Tagli decisi, semplici scalature, frange e frangette, non c’è che l’imbarazzo della scelta, perché ogni occasione è quella giusta per alleggerire la chioma depurandola da tutti i segni di stress subiti durante la stagione estiva. Quali? Scopriamoli insieme e impariamo a riconoscerli.

Difficoltà a mantenere la piega e doppie punte

Vi è mai capitato di eseguire una piega perfetta che tiene solo poche ore? Phon caldi, piastre, spazzole specifiche, bigodini e spray non riescono a dare corpo e linea ai capelli che appaiono spenti e senza tono. Se questo è il vostro caso, è giunta l’ora di procedere a un nuovo taglio per eliminare le punte più rovinate e donare alla chioma un nuovo sprint. In questi casi, il primo campanello d’allarme sono le doppie punte che iniziano a spuntare prendendo il sopravvento sull’intera lunghezza. Il rischio, in questo caso, è quello di avere un aspetto disordinato e sciatto, le maschere ristrutturanti e i balsami protettivi diventano solo un palliativo perché non sono in grado di riparare totalmente i danni. Non c’è altra scelta se non quella di accorciare i capelli per ricominciare la stagione all’insegna della bellezza.

Chiome senza volume e aridità evidente

Che siano ricci, ondulati o lisci come spaghetti, quando i capelli sono disidratati si mostrano senza volume, secchi e tendenti al crespo. Non c’è prodotto che tenga in questi casi e anche la mano più abile non riesce a dare un buon risultato perché il capello è in sofferenza e grida aiuto. Ciò che bisogna fare è ricorrere a un taglio che vada a recidere quella parte di chioma troppo rovinata consentendole di ricrescere nel modo giusto. Anche il ciuffo o la frangetta possono richiedere una sfoltita, per questo si può optare per tagli scalati con frange corte che danno stile favorendo al contempo una crescita sana del fusto. Se i vostri capelli sono lunghi e non avete sufficiente coraggio per tagliarli, non vi preoccupate, ci sono davvero tantissimi tagli che consentono di lasciare la lunghezza pur dando una bella alleggerita e risanando i capelli. Basti pensare al Mullet, al Bob scalato, ai tagli asimmetrici che danno volume e linea consentendo di giocare sulle lunghezze.

Effetto ragnatela ed eccessiva caduta di capelli

Gli inglesi la chiamato “the web” per indicare quello strato superficiale della chioma che appare sconnesso e rovinato. Si tratta del segno più visibile di stress e danneggiamento della fibra capillare, un serio avvertimento a cui bisogna rispondere con un taglio deciso. Certo, un trattamento specifico con prodotti mirati può rivelarsi utile ma non darebbe lo stesso risultato di un buon taglio che favorisce la ricrescita e il rafforzamento del capello già dalla radice.

Anche se molti pensano che sia solo un’antica leggenda metropolitana, dobbiamo ammettere che tra settembre e ottobre i capelli iniziano a cadere copiosi. Che sia il fatidico “periodo delle castagne”, la ripresa delle attività dopo la pausa estiva o lo stress a cui vengono sottoposti i capelli al mare, ma effettivamente i capelli tendono a cadere di più, lasciando la loro presenza su spazzole e non solo.

Crescita dei capelli!

Quelli appena menzionati sono senza dubbio i segnali più evidenti che è giunto il tempo di un buon taglio, ma senza arrivare a queste conseguenze estreme, potete accorgervi che i capelli sono in sofferenza anche quando faticano a ricrescere.
I problemi di ricrescita possono derivare da diverse cause, tra queste vi può essere senza dubbio il problema “tecnico” dovuto ai capelli sfibrati o alle punte molto rovinate che causano la rottura del nuovo capello e dunque l’impedimento a crescere oltre una certa lunghezza.

E come si dice, “prevenire è meglio che curare”, per questo vi consigliamo di ricorrere a un taglio di capelli proprio in questo periodo, per preparare al meglio la chioma ad affrontare le stagioni più fredde.

10 Eccellente, Valutazione ottenuta da 23 recensioni

“Professionalità e serietà ma anche gentilezza e accoglienza un team eccezionale”

Alice Invernizzi