carlo santomassimo parrucchiere lecco

  • Monday

    Chiuso

  • Tuesday

    08:30 - 18:30

  • Wednesday

    13:30 - 20:00

  • Thursday

    08:30 - 18:30

  • Friday

    08:30 - 18:30

  • Saturday

    08:30 - 18:30

  • Sunday

    Chiuso

Seguici su

Carlo Santomassimo

Capelli corti: le tendenze

Chi ha detto che solo i capelli lunghi si prestano ad una infinita vastità di acconciature? Gli hair stylist dei migliori saloni da tutto il mondo, sfruttando l’immagine delle celebrities da red carpet, ci dimostrano che anche un taglio corto può essere trendy, versatile e donarvi un aspetto super chic in ogni occasione. In questo articolo vi accompagniamo alla scoperta dei tagli più in voga in questo 2021, sottolineando pregi e differenze di ogni tipo di acconciatura per capelli corti e facendo particolare attenzione a come esaltare il vostro viso chiedendo al parrucchiere il giusto taglio.

Mullet

Pensavamo fosse una parentesi neanche troppo luminosa degli anni ottanta, e invece il mullet sta prepotentemente tornando di moda. Sono sempre di più le star che puntano su questa acconciatura che prevede ciocche più lunghe nella parte posteriore e una quasi rasatura ai lati della testa. Miley Cyrus e Kristen Stewart sono le paladine di questa acconciatura retrò per quanto riguarda il jet set hollywoodiano, mentre in Italia abbiamo visto sfoggiare questa capigliatura a California del duo Coma_Cose nell’ultimo Festival di Sanremo.

Pixie

L’acconciatura probabilmente più diffusa al mondo per la tipologia di capelli corti. Noto anche come boy cut o garçon, il pixie si adatta a tutti i tipi di viso, andando ad esaltare in particolar modo donne che hanno il collo lungo o un viso tondo. Il vero “inconveniente” di questa acconciatura così diffusa risiede nell’elevata manutenzione e cura che richiede. Essendo un taglio molto definito, tende a dover essere ritoccato per evitare che le lunghezze prendano il sopravvento sulle linee. È per questo motivo che molti hair stylist suggeriscono di recarsi in salone per regolarlo ogni quattro o sei settimane a seconda del ritmo di crescita dei capelli.

Blunt bob

Passiamo ad un altro taglio parecchio popolare tra le celebrities di tutto il mondo. Si tratta del blunt bob, argomento sul quale si sono pronunciati alcuni dei migliori hair stylist al mondo. Qual è la realizzazione ideale del Blunt bob?Un carré di solo due centimetri sotto la mascella, senza scalature, ma con le punte sfilate. Bisogna però prestare attenzione in caso di capelli ricci e crespi, che con un taglio del genere rischiano di andare a evidenziare ulteriormente i lineamenti più accentuati, soprattutto nell’area della mascella. Si tratta infatti di un taglio più indicato per chi presenta capelli lisci e fini in quanto in grado di andare ad aumentarne il volume, non necessario in caso di capigliatura riccia.

Caschetto pari e caschetto scalato

Il caschetto per i capelli corti è un taglio più che versatile, al punto che ne esistono tantissime versioni diverse. Abbiamo già parlato del blunt bob, ma ora vogliamo darvi qualche indicazione su come ricorrervi andando ad esaltare le caratteristiche del volto. Ad esempio se vogliamo mettere in risalto gli zigomi o definire maggiormente l’ovale del viso, si suggerisce di ricorrere ad un taglio a caschetto marcato e definito a livello della mandibola. Attenzione invece in caso di naso pronunciato: per non enfatizzarlo, è meglio un caschetto lungo e strutturato, magari aggiungendo valore con qualche onda, utile a smorzare anche una fronte piuttosto ampia.

Microbob con frangetta

Ultimo capitolo dedicato al microbob con frangetta, per il quale molti suggeriscono di ricorrervi in quanto è un taglio di facile manutenzione essendo asimmetrico. Adatto a tutti i tipi di volto ovale, meno indicato per chi ha un naso particolarmente pronunciato.

10 Eccellente, Valutazione ottenuta da 23 recensioni

“Professionalità, disponibilità e simpatia. Per me il top!! (Translated by Google) Professionalism, availability and friendliness. For me the top !!”

Enrica Corti